giubileo 2025

Giubileo

Il Giubileo nella Storia

I° GIUBILEO: 1300 Bonifacio VIII° – Durata 100 anni

II° GIUBILEO: 1342 Clemente VI° – Durata 50 anni

III° GIUBILEO: 1390 Urbano VI° – Durata 33 anni

IV° GIUBILEO: 1425  Martino V° – Durata 25 anni  – Apertura Porta Santa

V° GIUBILEO: 1450  Nicolò VI° – Durata 25 anni

1475: indetto da Paolo II, presieduto da Sisto IV

1500: Alessandro VI

1525: Clemente VII

1550: indetto da Paolo III, presieduto da Giulio III

1575: Gregorio XIII

1600: Clemente VIII

1625: Urbano VIII

1650: Innocenzo X

1675: Clemente X

1700: aperto da Innocenzo XII, concluso da Clemente XI

1725: Benedetto XIII

1750: Benedetto XIV

1775: indetto da Clemente XIV, presieduto da Pio VI

1825: Leone XII

1900: Leone XIII

1925: Pio XI

1950: Pio XII

1975: Paolo VI

2000: Giovanni Paolo II

 

Opere Celebrative del Giubileo 2025

Moderno mecenate, Archivium, promuove la realizzazione di opere di pregio a tiratura limitata, celebrative delle grandi ricorrenze storiche, artistiche e letterarie. Chiama perciò ad esprimersi i più significativi artisti dell’arte contemporanea. Coerentemente a questa mission, Archivium ha voluto commissionare, come già fatto in passato dai Pontefici, due opere che celebrino il Giubileo 2025. Un’opera scultorea è stata realizzata da uno dei più grandi scultori viventi: Alessandro Romano, autore di grandi opere di significato storico e impegno civile, che ha dedicato all’arte sacra una parte importante e significativa della sua attività. L’artista Ulisse Sartini ha, invece, individuato nella figura della Madonna con Bambino il fulcro ed il punto di partenza del cammino di speranza di ciascun uomo e dell’umanità intera, realizzando l’opera Madonna del Giubileo.

 

PELLEGRINI DI SPERANZA

Il tema voluto dal Papa per l’anno giubilare 2025 muove dalla constatazione del profondo sconvolgimento che l’epidemia ha portato nell’esistenza di ogni uomo e nel mondo: “Come cristiani abbiamo patito insieme con tutti i fratelli e le sorelle le stesse sofferenze e limitazioni”, ricorda Papa Francesco. “Il prossimo Giubileo potrà favorire molto la ricomposizione di un clima di speranza e di fiducia come segno di una rinnovata rinascita di cui tutti sentiamo l’urgenza”: queste le parole del Papa in una lettera a Mons. Rino Fisichella, presidente del Pontificio Consiglio per la promozione della nuova evangelizzazione, incaricato dell’organizzazione dell’evento. Prole rese ancora più vere e pregnanti dopo lo scoppio della guerra tra Russia e Ucraina.

Prenota le Opere del Giubileo

Giubileo

2025

Ulisse Sartini

Giubileo

2025

Alessandro Romano

GIUBILEO 2025

Il 1° Giubileo fu indetto da Papa Bonifacio VIII. Inizialmente l’indulgenza plenaria cadeva ogni 100 anni. Nel 1342 ad opera di Papa Clemente VI, questa legge clericale venne modificata, fu disposto che il Giubileo si tenesse ogni 50 anni, tant’è che il 2° fu indotto nel 1350. Fu Papa Urbano VI che cambiò nuovamente tali ultime disposizioni, accorciando il tempo fra un Giubileo e l’altro a soli 33 anni, cifra simbolo dell’età della Crocifissione di Cristo. Nel 1390 ad opera di Papa Bonifacio IX, Roma proclamò il 3° Giubileo. Si susseguirono quelli del 1495 e del 1450, rispettivamente ad opera di Papa Martino V e di Papa Niccolò V, stabilendo cosi definitivamente che l’indulgenza plenaria avvenga ogni 25 anni.

Il giubileo del 2025 è il secondo del pontificato di Papa Francesco, dopo il Giubileo straordinario della Misericordia. “Dobbiamo tenere accesa la fiaccola della speranza che ci è stata donata, e fare di tutto perché ognuno riacquisti la forza e la certezza di guardare al futuro con animo aperto, cuore fiducioso e mente lungimirante”. Quel cammino verso il giubileo inizia con queste parole del papa, attraverso un percorso di riflessione e di preghiera, alla quale in particolare sarà dedicato l’intero anno 2024

Ami l'Arte o sei un Collezionista?